Backpacker tax: petizione online

Come avevamo scritto subito dopo l’approvazione del Budget 2016, dal 1° luglio il Governo eliminerà la no-tax area per i possessori di working holiday:

“Brutto colpo per chi avrà un working holiday visa: dal 2016 infatti verrà eliminata la no-tax area, finora compresa tra 0 e 18.200 dollari australiani. In parole povere, si pagheranno le tasse per ogni dollaro guadagnato indipendentemente dal reddito prodotto durante l’anno fiscale, precisamente 32.5%”

In altre parole povere: non sarà più possibile effettuare il tanto amato tax back che rifocillava i conti bancari di molti backpacker.
Continua a leggere…

Share

La sindrome da Airport Security

Con questo articolo volevo dire grazie a DMAX: da quando hanno trasmesso “Airport Security”, la prima domanda che gli amici vi faranno una volta atterrati non sarà: “Com’è l’Australia”, ma bensì: “Ma allora i controlli in aeroporto come sono?”.

Iniziamo a sfatare un mito: se non avete fatto niente e rispettate le regole, le procedure di controllo sono abbastanza veloci.

La prima cosa che dovete fare inizia ancora prima di partire. In Australia NON potete portare i seguenti oggetti o prodotti: Continua a leggere…

Share

Conosciamo meglio l’Australia (2 parte): IL PUB

Forse in pochi l’avranno notato, ma in Australia mancano le piazze, intese come concezione europea di punto di ritrovo. Qui la piazza spesso è uno spazio che divide 2 strade e serve da passaggio. È rarissimo vedere persone darsi come punto di ritrovo una piazza o più semplicemente vedere persone riunirsi in gruppi nelle places.

Il vero punto di aggregazione in Australia è il pub, probabilmente questo deriva dal fatto che questa nazione è stata colonizzata da Inglesi.
Continua a leggere…

Share

TAX Back Time

Ci siamo, ancora pochi giorni e potrete essere tra gli ultimi fortunati a richiedere il rimborso delle tasse come residenti ai fini fiscali. Per sapere perchè dal prossimo anno non sarà più possibile farlo, vi rimando al nostro articolo al riguardo.

Ricordiamo che in Australia le tasse vengono restituite tramite bonifico bancario in circa 15 giorni direttamente sul vostro conto corrente. L’ammontare dipende dal vostro reddito lordo cumulato durante l’anno fiscale che va dal 1 Luglio al 30 Giugno

Continua a leggere…

Share

Voglia di lavorare: zero

Ormai potremmo aprire un sito dedicato esclusivamente agli articoli che descrivono le esperienze in farm dei bambocci che vogliono raccontare al mondo la loro brutta esperienza, cercando ovviamente compassione.

Oggi tocca all’Espresso, potete trovare l’articolo qui. Il titolo anche qui è notevole: “Lavorare in Australia è stato un vero incubo. Vi racconto l’inferno e lo sfruttamento in farm”
Lo diciamo e lo ripetiamo da mesi, l’Australia non è l’Eldorado, soprattutto se non sei mai uscito di casa. L’esperienza in farm è una delle più dure ma ha una nota positiva: se non stai bene in una farm prendi le tue cose e vai a cercarne un’altra!
Continua a leggere…

Share

Working holiday e tasse: dal 2016 al 32.5%

Brutto colpo per chi avrà un working holiday visa: dal 2016 infatti verrà eliminata la no-tax area, finora compresa tra 0 e 18.200 dollari australiani. In parole povere, si pagheranno le tasse per ogni dollaro guadagnato indipendentemente dal reddito prodotto durante l’anno fiscale.
(ricordiamo che l’anno fiscale va dal 1° luglio al 30 giugno)

Continua a leggere…

Share